🤨 Avere gli ospiti collegati da remoto: preferire Zoom o passare a LiveU ?
Il confronto tra l'utilizzo della tecnologia LiveU e una piattaforma di videoconferenza come Zoom dipende dalle esigenze specifiche e dal contesto in cui si intende utilizzare la connessione video. Ecco alcune considerazioni che potrebbero influenzare la scelta

Il confronto tra l'utilizzo della tecnologia LiveU e una piattaforma di videoconferenza come Zoom dipende dalle esigenze specifiche e dal contesto in cui si intende utilizzare la connessione video. Ecco alcune considerazioni che potrebbero influenzare la scelta.

Sicuramente il primo aspetto da prendere in considerazione è la qualità del video e della connessione. Se prendiamo in esame LiveU dobbiamo capire che questa tecnologia è progettata per fornire una connessione video di alta qualità in una direzione specialmente in condizioni in cui la connettività Internet potrebbe essere instabile o limitata, grazie alla tecnologia LRT Bondind, con un semplice ritorno audio o usando per l'appunto Zoom come canale per il ritorno o la preview. LiveU è spesso utilizzato per il collegamento in alta qualità di ospiti da remoto, per la trasmissione di eventi in diretta, notizie dal campo o situazioni in cui è cruciale mantenere una connessione stabile e di alta qualità: 1080p o addirittura 4K.

Passando a Zoom ricordiamo che è una piattaforma di videoconferenza che offre qualità video discreta (720p o 1080p), ma la sua efficienza può dipendere dalla qualità della webcam, del microfono e della connessione Internet dei partecipanti. In situazioni in cui la connessione è debole, potrebbero verificarsi problemi di qualità video. Inoltre, anche in presenza di buona connessione l'ospite collegato tramite Zoom "arriva" a destinazione, in termini di qualità audio/video, povero, pocco illuminato, sgranato, sfocato. Ciò dipende spesso da webcam poco potenti, microfoni di computer lontano dalla bocca del ospite, situazioni poco illuminate, ecc.

Esempio di ospite collegato via encoder LiveU (qualità eccellente)
Esempio di ospiti collegati via Zoom (qualità appena sufficiente)
Schema tipico di collegamento tramite encoder LiveU.

Confronto di caratteristiche tra i due sistemi di collegamento:

  1. Costo del collegamento: Avere un collegamento con LiveU comporta il coinvolgimento di un operatore che si deve recare con telecamera, microfono e encoder presso l'ospite da collegare. Zoom invece non comporta la presenza di personale tecnico: l'ospite gestisce in autonomia la connessione ma spesso è questa condizione che determina problemi e criticità durante l'evento (l'ospite non sente, non si sente, ha la telecamera bloccata, ecc.).
  1. Mobilità:
    • LiveU: È progettato per essere altamente mobile e offre soluzioni che consentono di trasmettere video in movimento. È adatto per coprire eventi in luoghi diversi, trasmissioni in diretta da luoghi remoti o in movimento.
    • Zoom: È più adatto per riunioni e conferenze statiche, spesso utilizzate in un ambiente d'ufficio o in situazioni in cui la mobilità non è una priorità.
  2. Affidabilità e controllo:
    • LiveU: Fornisce maggiore controllo sul flusso video e può essere configurato per gestire le condizioni di rete variabili mantenendo costante la qualità del collegamento grazie alla capacità di usufruire di numerose connessioni in conteporanea (tecnologia LRT bonding). Liveu è stato pensato per situazioni in cui è essenziale mantenere una connessione affidabile.
    • Zoom: È progettato per la facilità d'uso, la connessione rapida e dal costo contenuto, ma potrebbe non offrire la stessa affidabilità in situazioni in cui è necessario un controllo più dettagliato sulla qualità del segnale.
  3. Scopo dell'utilizzo:
    • LiveU: È ideale per trasmissioni professionali in diretta, con ospiti per i quali sia richiesta una qualità ottima e garantita, che non dipenda da variabili come la luminosità dell'ambiente, la qualità del microfono o la tenuta della linea internet, copertura di eventi sportivi, notizie dal campo, ecc.
    • Zoom: È adatto per riunioni aziendali, webinar, insegnamento online e altre interazioni collaborative. Non è tanto indicato per eventi in diretta o per avere il segnale amplificato in grosse sale o auditorium. Ambienti molto grandi possono produrre molto riverbero e le persone collegate da remoto, avendo microfoni spesso di bassa qualità, possono arrivare a non essere del tutto intellegibili.

La scelta tra LiveU e Zoom dipenderà dalle specifiche esigenze del tuo utilizzo e dalla volontà di spendere una cifra aggiuntiva per coinvolgere un operatore che gestisca il collegamento. Se hai bisogno di alta mobilità, controllo sulla qualità della connessione e stai lavorando in un contesto professionale di trasmissione video, LiveU potrebbe essere la scelta migliore. Se stai organizzando riunioni online o webinar in un ambiente d'ufficio, con tutti gli ospiti e il pubblico collegati online, Zoom potrebbe essere più adatto per la sua facilità d'uso e accessibilità. Sicuramente trasmettere in una sala conferenze, una chiesa, un grosso salone o un auditorium non insonorizzato può portare disagi nell'ascolto e nella fruizione del contenuto trasmesso. La qualità di LiveU è tale che ci sarà davvero poca differenza tra i relatori presenti in sala e l'ospite collegato da remoto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *